COME FARE CARRIERA SOTTO L’OMBRELLONE

Estate, i ritmi rallentano, urgenze e scadenze sembrano diventare meno assillanti.

Probabilmente è per questo motivo che durante i periodi estivi riesco a dedicarmi alla manutenzione di me stesso e della mia professionalità con maggiore efficacia.

E’ in estate che ho gettato le basi per progetti che hanno poi riscosso successi nei mesi a venire, in estate lavoro alla pianificazione semestrale del mio gruppo e sempre in estate cerco di dare un’aggiustata a quello che non funziona nella mia preparazione personale, integrandola con formazione e buone letture.

Credo che l’estate sia il momento ideale per pensare anche alla carriera perché si possono predisporre le basi per sviluppare azioni determinanti quando le attività torneranno a pieno regime.

Inoltre la concorrenza (leggi: altri candidati) è fiacca ed occupata in altre faccende quindi si liberano spazi che sembrano voragini per chi è determinato a sfruttarli.

Se oltre ad ingrassare i soliti 5 Kg e rosolarti al sole hai intenzione di investire qualche giorno sullo sviluppo e manutenzione del tuo piano di carriera di seguito ti ho riassunto 10 cosette semplici semplici da fare tout court.

 

# 1 – Gestisci la spiaggia come fosse una Fiera di Settore

Tirati a lucido, getta via le ciabattone consumate ed il costumino slabbrato e preparati ad affrontare la spiaggia al meglio del tuo splendore.

Fai in maniera che la tua calata al lido sia al pari di una presenza di uno stand all’interno di una Fiera di Settore.Lo scopo di partecipare ad una Fiera di Settore è quello di generare leads da trasformare in un secondo tempo in clienti.

Il tuo scopo quest’anno non sarà solamente quello di beccarti la consueta insolazione ma dovrai cimentarti nello stabilire “connessioni occasionali”.Evita il focus orientato esclusivamente al lavoro, tanto meno non lamentarti, cerca piuttosto di avere una conversazione attiva ed interessante del tipo “La X spa sta cercando un CoGe da sei mesi prova a candidarti… un mio collega sta affrontando lo stesso problema vi metto in contatto…non riesco a trovare un fornitore per…mi sapresti indicare qualcuno…”.Tornato a casa, proprio come avviene quando si rientra da una fiera, ricontrolla i dati dei tuoi contatti, cercali su Linkedin e approfondisci quello che fanno ed avvia una relazione che si potrà trasformare in qualcosa di proficuo.

 

# 2 – Scrivi il tuo Elevator Pitch CV – Scrivi il tuo slogan 

Avevo già parlato del Elevator Pitch CV nel mio articolo “Scopri come diventare un lavoratore non-licenziabile” e la cosa aveva riscosso molto interesse a giudicare dai messaggi che ho ricevuto.Se ancora non l’hai fatto preoccupati di realizzare il tuo personale spot pubblicitario esattamente come fanno i brand famosi per descrivere il loro posizionamento agli occhi del consumatore (nel tuo caso: le aziende).Sto parlando di una breve descrizione, di un documento da aggiornare costantemente e sfoderare in ogni buona occasione che dia valore ad ogni singola parola (bella definizione vero? L’ho rubata a Wikipedia).

 

# 3 – Rifatti il look

Rivedi la grafica e i contenuti del tuo Curriculum Vitae.

Diversifica i formati del tuo file predisponendolo nelle principali estensioni (doc e pdf).

Comincia a pensare ad un Video Curriculum ( vietato auto-produrlo, only professionals please! ).

Rivedi il tuo profilo Linkedin e verifica le tue connessioni integrandole eventualmente con nuovi utenti che potresti contattare.

Lavora sul tuo posizionamento e sul SEO.

Che ne diresti di chiudere una volta per tutte qual benedetto profilo Facebook??!

Ricordi? Io ti vedo e specialmente quando ti vedo con quel bicchiere in mano e quel falso sorriso da Grande Fratello ci penso due volte prima di convocarti per un colloquio.

 

# 4 – Fai Network, anzi ri-fai Network

Intendo ripartire da contatti persi lungo il cammino o dimenticati nel tempo.

Proponi incontri, riunioni o cene di tutto ciò che sia definibile come “ex”. Vanno benissimo ex colleghi, ex amici, ex compagni di scuola e perché no, ex fidanzate/i.Ripercorrere i singoli percorsi di carriera dei tuoi ex in un clima gioviale di sana amicizia ti farà scoprire quante opportunità potrebbero scaturire dal rafforzare i rapporti con persone care di cui avevi perso le tracce.

 

# 5 – Fatti un reputazione

Approfitta del periodo di riposo per scrivere qualche buon articolo da pubblicare su blog specialistici e rafforzare la tua reputation on-line.

Frequenta forum di settore e rispondi a post inerenti la materia oggetto della tua professione.

Per lo stesso motivo che ho descritto nel capitolo “# 3 – Rifatti il look” mi fa molto piacere se riscontro on-line il tuo livello di preparazione.

 

# 6 – Impara qualcosa

Non mi riferisco al solito corso d’inglese, che spero di cui tu non abbia bisogno in quanto padroneggi la lingua senza problemi. Mi sbaglio?Parlo di attività e discipline che sarebbe meglio abbiano poco o nulla a che fare con le tue mansioni quotidiane.

Impegnare il cervello in qualcosa di nuovo aiuta a sviluppare e ad espandere modalità e sinapsi che altrimenti continuerebbero a funzionare allo stesso modo e a produrre gli stessi risultati.

Inserire ad esempio un’attività di tipo artistico nella vita di un contabile non può che aiutarlo a ragionare in maniera diversa e, perché no, colorare un po’ la sua esistenza.

 

# 7 – Insegna qualcosa

Renditi disponibile alla tua comunità per diventare mentore su argomenti che conosci.

Attivarti in attività formative meglio se di volontariato eleva la tua persona e la tua figura professionale.

Le relazioni sviluppate nell’ambito sociale e nella pubblica amministrazione sono pregiate e facilmente spendibili soprattutto in ambito professionale.

 

# 8 – Cambia abitudini

Da anni vai al lavoro utilizzando la stessa linea ferroviaria, stesso vagone, stessi compagni di viaggio?

Fai pausa pranzo sempre nello stesso ristorante e alla stessa ora?

Cambia tutto!

Se vuoi procurarti occasioni d’incontro comincia a frequentare nuovi locali e in orari dove puoi imbattere il management di altre aziende.Siediti in un altro scompartimento, perlustra in lungo e largo i vagoni e cerca di capire qual è la zona occupata dai boss e prediligila per i tuoi prossimi trasferimenti.

Se continui a frequentare gli stessi ambienti e le stesse persone sarà difficile che ti capitino occasioni professionali nuove.

Comincia a pianificare per il tuo rientro al lavoro; dove si va a pranzo?

 

# 9 – Scrivi i tuoi obiettivi

Mettere nero su bianco i tuoi obiettivi professionali può aiutarti a prenderne coscienza.

In base ai criteri della PNL io sono un tipo “visivo” e quindi prediligo le immagini.Il mio personale Goal Board è un’immagine che utilizzo come sfondo desktop del pc.Puoi fare la stessa cosa, chiarisci i tuoi obiettivi e poi realizza nel supporto che più ti si addice un “memo” da posizionare in area visibile.Il subconscio lavorerà per te e lo farà gratis.

 

# 10 – Riposa (ma non troppo)

Stacca la spina, anzi le spine. Quelle del telefonino, del pc e di tutto ciò che ti collega alla rete.

Cerca di vivere il “qui e ora” almeno per una intera giornata.Applicare appieno i criteri del Mindfulness ti aiuterà a ristabilire un equilibrio interiore e una serenità che ti verranno utili al momento propizio.

Riposati ma non troppo però, ricorda la fuori ci sono decine di migliaia di competitors che scalpitano per conquistare le opportunità professionali che sono riservate a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top