UNA CARRIERA DI MERDA

Sono stufo di parlare ed inneggiare ai super candidati, ai candidati Rock Star e per questo motivo quello che segue sarà il primo inno alla mediocrità.

Un breve riassunto di pochi e semplici consigli per fare della vostra carriera una vera e propria carriera di m…a!

Nello scrivere questo articolo ho in mente un tipo preciso di lavoratore, un lavoratore che mira sempre e soprattutto a “non perdere”, a vivacchiare sottolineando gli errori dei propri colleghi anziché distinguersi per i propri meriti.

Il fatto che probabilmente la sua azienda chiuderà i battenti a breve e con buone probabilità proprio a causa dei dipendenti come lui che la stanno dissanguando come sanguisughe senza ricambiarla mai in dedizione, sacrificio e prestazioni, poco importa, da qualche parte nel mondo ci saranno sempre imprenditori ciechi e direttori del personale mediocri che anziché puntare sul reale valore e merito delle persone prediligono inerti ed innocue figure professionali così.

Consigli per fare della vostra carriera una vera e propria carriera di m…a!

Evita di cedere la luce del palcoscenico a colleghi o subalterni anche se lo meritano. Cerca sempre di fare in modo che tutti i meriti del lavoro ben riuscito ricadano su di te.

Al contrario in caso di fallimenti dissociati dalla scarsa performance e accolla le colpe ad altri.

La regola principale deve essere “tieni tutto il merito per te e in caso di insuccessi addossane la responsabilità ad altri o almeno cerca di condividerla in maniera da limitare i danni”.

Tieni sempre pronta una scusa o un capro espiatorio al quale addossare la responsabilità di una tua decisione sbagliata.

Sii sempre sulla difensiva, parti già incazzato in qualunque discussione.

Attendi di capire qual è il parere del tuo diretto superiore su una certa questione e poi schierati apertamente dalla sua parte. Evitando di prendere posizioni personali diverse ti tutelerai in caso di decisioni errate alleggerendo le eventuali ripercussioni.

Fai la stessa cosa durante le riunioni. Cerca di captare il sentiment generale ed allineati con il pensiero comune.

Lamentati, fallo in continuazione e per ogni cosa. Cerca di trovare sempre un aspetto negativo, nel tuo lavoro, nelle mansioni che ti vengono affidate, nell’azienda e nel management che la guida.

Se sarai bravo e sufficientemente lamentoso i tuoi superiori diventeranno a loro volta predisposti a trattarti con riguardo e a rispondere alle tue critiche senza poter invece valutare il tuo inutile operato.

Boccia e spegni sul nascere ogni buona proposta che ti viene formulata da colleghi e subalterni. Archiviala in qualche cassetto ma dopo qualche tempo non dimenticarti di ripresentala come farina del tuo sacco prendendotene tutti i meriti e gli encomi.

Se poi ti occupi di risorse umane ed in particolare delle nuove assunzioni mi raccomando: seleziona ed assumi esclusivamente persone come te, mediocri senza entusiasmo e talento che al limite ti potranno essere complici nel tramare qualche imboscata ma mai nemici o rivali.

Evita come la peste brillanti e talentuosi candidati che al contrario minerebbero il tuo status quo in un batter d’occhio.

 

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top