ANCHE GLI HEAD HUNTER FANNO LA CACCA

Questa è la dura verità.

Eppure sembrerebbe impossibile che professionisti così ingessati ed impettiti, solitamente ritratti seduti ad austere scrivanie con le braccia conserte e lo sguardo severo possano arrivare a tanto.

Dopo essermi doverosamente scusato con i colleghi che si sono eventualmente sentiti offesi ed oltraggiati dalla mia affermazione (chissà forse loro non saranno dotati di intestino?), vorrei partire da qui per proporre un semplice ma efficace sistema per azzerare l’ansia prima di un colloquio di selezione.

Quando poco più che ventenne mi ritrovai a dover vagare per le aziende a caccia di potenziali clienti e venivo pervaso dall’ansia di non essere all’altezza di questi grigi personaggi che mi squadravano dall’alto al basso mi venne in soccorso una tecnica che mi suggerì il caro e purtroppo estinto Mario Silvano, Re e precursore indiscusso delle moderne tecniche di vendita.

Al termine di un suo seminario lo avvicinai e gli chiesi “Dottore, esiste un metodo semplice che consenta di superare velocemente l’ansia generata dal confronto con persone che hanno più storia ed esperienza di me?”.

Mario ci pensò non più di un decimo di secondo e allontanandosi sorridendo mi disse “Prova ad immaginarli mentre cacano…”.

!!!!

Che fosse impazzito?

Cosa intendeva?

Ci provai subito e la prima persona che immaginai in quel atto fu proprio Mario Silvano verso il quale nutrivo da sempre una sorta di sottomessa ammirazione.

Caspita! Funzionò.

Mario Silvano, il mito, l’inarrivabile, l’oracolo era diventato improvvisamente un uomo con due occhi, una bocca e… “esigenze” umane.

Improvvisamente sparirono tutte le barriere psicologiche che mi auto-imponevo ogni volta che lo immaginavo e mi sentii rilassato, in grado di intrattenere con lui un qualsiasi dialogo senza ansia o condizionamenti.

Nell’arco di poche settimane ero ormai in grado di padroneggiare questa strana tecnica di “umanizzazione” e non esitavo a servirmene ogniqualvolta venivo assalito dall’ansia pre-colloquio.

Fantasticavo i miei interlocutori al bagno nell’espletamento delle loro “funzioni naturali” o in spiaggia con il costumino cascante e la pancia flaccida.

Mi divertivo persino ad immaginare le sostenute cinquantenni degli uffici personale al mattino appena svegliate che vagavano per casa arruffate senza trucco prima di infilarsi nei loro tailleur gessati ed austeri come corazze.

Persone, persone vere.

Oggi che mi ritrovo ad essere io un cinquantenne un po’ instronzito il paradosso è che per me è l’esatto contrario, mi assale l’ansia quando devo incontrare un candidato che su alcuni argomenti è più ferrato di me.

Proprio così : il “valutatore” è in ansia da prestazione di fronte al “valutato”.

  • A volte è il “selezionatore” ad essere in ansia da prestazione di fronte al “candidato”.

I colleghi in ascolto mi smentiscano pure ma ammetto che a volte mi tremano le ginocchia al solo pensiero di dovermi confrontare con un candidato senza padroneggiare gli argomenti.

Proprio come si trattasse de “la notte prima degli esami” a volte trascorro intere serate nel tentativo di assimilare velocemente nozioni ed argomenti dei quali sino a qualche tempo prima ero all’oscuro o quasi.

Uno dei motivi per i quali a volte il selezionatore è coadiuvato da un dipendente o un tecnico dell’azienda committente è proprio questo, per integrare le sue carenze.

Prova ad immaginare anche questo, ovvero che a volte ne potresti sapere molto di più di chi hai di fronte e che, suo malgrado, ha il compito di valutare le tue competenze in linea con le richieste del suo cliente.

Se ti senti in ansia prima di un colloquio di selezione prova ad immaginare l’esaminatore che dovrai incontrare seduto sulla tazza del water, questa immagine dell’individuo con le braghe abbassate è assolutamente esilarante e stimola immediatamente quelle sinapsi che conducono ad uno stato di benessere e rilassatezza.

  • Per azzerare l’ansia prima di un colloquio di selezione prova ad immaginare l’esaminatore seduto sulla tazza del water.

Applica questa tecnica in qualunque altro contesto ansiogeno da incontro e fammi sapere…

Mario Silvano docet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top