COLLOQUI & DOMANDE STUPIDE

Vuoi assumere validi collaboratori?

Comincia a porre domande intelligenti durante i colloqui di selezione.

Evita le domandine banali come “Dove si vede tra 5 anni” o “Qual è il suo peggior difetto e la migliore qualità?” alle quali ormai anche il più impreparato dei candidati ha pronta la risposta preconfezionata.

Sforzati di formulare domande che stimolino ed “informino” i candidati di “quanto” e “cosa” ti aspetti da loro.

Esempi come: “Crediamo che se lei venisse a lavorare da noi potremmo migliorare le nostre carenze nel settore X, cosa ne pensa?”, “I nostri percorsi di carriera interni potrebbero condurla a ricoprire l’incarico di Y entro 24 mesi, se la sentirebbe di rivestire il ruolo?” … suonano meglio vero?

Ascolta un cretino, quando incontri un nuovo candidato per la tua azienda cominciare a COMUNICARE anziché attenderti che risponda quello che vorresti sentirti dire. Non sei d’accordo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.