COME LAVORARE PER LO STATO

Come lavorare per lo Stato, o meglio la Pubblica Amministrazione, identificando la propria opportunità fra le decine di migliaia di assunzioni ogni anno lo Stato effettua tramite concorso pubblico ma non solo.

Il modo più semplice per tenersi aggiornati sulle possibilità offerte dai concorsi dei singoli Enti statali è quello di visionare spesso siti specializzati.

Fra i principali esistono aggregatori che riassumono le scadenze come ad esempio:

www.concorsipubblici.com

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CONCORSI 2021-2024

Grazie alla Legge di Bilancio che autorizza diverse Pubbliche Amministrazioni ad incrementare il proprio organico assumendo personale entro il prossimo quadriennio migliaia di opportunità saranno disponibili per diversi profili.

Stato assumerà le seguenti figure professionali:

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

3.000 unità di personale amministrativo non dirigenziale, da assumere negli uffici giudiziari con inquadramento nei ruoli dell’Amministrazione giudiziaria.

MINISTERO POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

140 unità di personale.

VIGILI DEL FUOCO

750 unità di personale, da assumere nel ruolo iniziale di vigile del fuoco.

MINISTERO DEGLI INTERNI

250 unità di personale di livello non dirigenziale dell’Amministrazione civile dell’interno, da inquadrare nell’Area funzionale seconda, fascia retributiva seconda, da assumere non prima del 1° dicembre 2021.

MINISTERO DELLA SALUTE

180 unità di personale.

MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE

550 unità di personale, di cui:

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, UNIVERSITA’ E RICERCA

25.000 insegnanti di sostegno.

MINISTERO LAVORO

1.514 funzionari e ispettori.

INPS

189 medici, per assicurare il presidio delle funzioni relative all’invalidità civile e medico-legali.

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

61 unità di personale.

AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI

21 unità di personale.

MINISTERO DIFESA

431 unità di personale non dirigenziale.

CARABINIERI

57 unità di personale operaio a tempo indeterminato, per perseguire gli obiettivi nazionali ed europei in materia di tutela ambientale e forestale, di presidio del territorio e di salvaguardia delle riserve naturali statali, ivi compresa la conservazione della biodiversità.

ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile)

378 unità di personale, da assumere per garantire il rispetto degli standard di
sicurezza e le attività ispettive, di certificazione, di vigilanza e di controllo.

AGENZIA DELLE ENTRATE

50 unità di personale di Area III, fascia retributiva F1, per le attività antifrode di selezione, analisi e controllo

AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)

40 unità di personale.

I 20 profili professionali più richiesti dalla PA:

Una recente ricerca inserita dal Cnel nella sua annuale Relazione al Parlamento sulla qualità dei servizi offerti dalle PA rivela che è l’assistente sociale la professione fra le più ricercate dalle Pubbliche Amministrazioni, seguita dall’esperto in progettazione europea e dall’addetto alla produzione e gestione di contenuti web.

  • Assistente sociale,
  • Esperto in fondi europei e progettazione europea,
  • Addetto alla produzione e gestione di contenuti web,
  • Ingegnere progettista,
  • Addetto alla gestione delle risorse umane ,
  • Responsabile della gestione documentale, della conservazione e del protocollo informatico,
  • Agente di polizia locale,
  • Esperto di sviluppo delle imprese e dei settori produttivi,
  • Istrutture amministrativo-contabile e esperto di appalti digitali,
  • Addetto alla produzione e gestione di contenuti web,
  • Responsabile della gestione documentale e del protocollo informatico,
  • Esperto appalti digitali ,
  • Esperto in gestione e sviluppo sistemi informatici,
  • Responsabile della transizione digitale,
  • Esperto in promozione e sviluppo delle imprese industriali, dei settori produttivi, del commercio, dell’artigianato, delle attività finanziarie, dei servizi e delle libere professioni,
  • Esperto SUAP – sportello unico attività produttive,
  • Esperto in formazione e aggiornamento sul lavoro,
  • Ed esperto in marketing della cultura e del territorio.

Permane comunque anche un’area tradizionale per coprire i vuoti e le carenze che si sono create in questi anni per profili quali quello di:

  • Agente di polizia locale,
  • Istruttore amministrativo-contabile,
  • Architetto, istruttore tecnico.

La costituzione sancisce l’accesso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni mediante concorso pubblico, il cui relativo bando viene per legge pubblicato solitamente sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Le competenze richieste, insieme a eventuali requisiti previsti per legge, sono indicati nel bando di concorso emanato, nel rispetto della normativa vigente.

Lavorare nella pubblica amministrazione senza concorso.

Oltre alla canonica modalità di selezione tramite concorso esiste la possibilità di lavorare per lo Stato anche senza passare attraverso ad essa.

La nosra Costituzione recita infatti che agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge.

Lista di collocamento pubblico

La normativa che regolamenta dice che è possibile lavorare per la pubblica amministrazione, anche tramite l’avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento ad esempio per qualifiche per le quali è richiesto il solo requisito della scuola dell’obbligo, facendo salvi gli eventuali ulteriori requisiti per specifiche professionalità.

Categorie protette

Sempre questa normativa specifica che le assunzioni obbligatorie da parte delle amministrazioni pubbliche, aziende ed enti pubblici dei soggetti disabili appartenenti alle categorie protette vengono svolte per chiamata numerica dalle liste di collocamento, dopo aver verificato la compatibilità della invalidità con le mansioni richieste dal lavoro per il quale si è assunti.

Chiamata diretta nominativa

Le assunzioni di alcune categorie di persone come ad esempio le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata oppure i coniugi ed ifigli del personale delle Forze armate, delle Forze dell’ordine deceduto nell’espletamento del servizio, possono avvenire per chiamata diretta nominativa.

Esternalizzazione

È possibile essere assunti nella pubblica amministrazione senza concorso quando è possbile far ricorso a personale esterno nei limiti e alle condizioni in cui la legge lo preveda, anche quando non sia possibile provvedere altrimenti ad esigenze eccezionali ed impreviste, di natura transitoria o eccezionale.

La modalità deve comunque rispettare determinati requisiti. È possibile infatti ricorrere a candidature esterne alla pubblica amministrazione solamente quando non si possa far fronte all’espletamento dell’incarico con personale già in servizio.

Inoltre le persone assunte avranno un contratto di lavoro autonomo, a tempo determinato, e devranno essere esperti di particolare e comprovata specializzazione.

I requisiti per lavorare per la pubblica amministrazione tramite l’esternalizzazione

  • l’oggetto della prestazione deve corrispondere alle competenze attribuite dall’ordinamento all’amministrazione, ad obiettivi e progetti specifici e determinati, e deve risultare coerente con le esigenze di funzionalità dell’amministrazione;
  • la prestazione deve essere di natura temporanea e altamente qualificata; non è ammesso il rinnovo;
  • l’eventuale proroga dell’incarico originario è consentita, in via eccezionale, al solo fine di completare il progetto e per ritardi non imputabili al collaboratore, ferma restando la misura del compenso pattuito in sede di affidamento dell’incarico;
  • devono essere preventivamente determinati durata, oggetto e compenso della collaborazione.

Iscrizione al Centro per l’impiego

Se sei interessato a partecipare alle selezioni tramite il Centro per l’impiego dovrai effettuare l’iscrizione nelle liste dedicate.

Questi i seguenti requisiti per l’iscrizione:

  • avere assolto l’obbligo scolastico;
  • essere maggiorenni;
  • possedere i requisiti per accedere al pubblico impiego.

Potrebbe interessarti:

COME LAVORARE PER POSTE ITALIANE (Il modulo per la domanda)