NO CARA BARBARA, LICENZIARE NON E’ FIGO.

Ho appena letto le parole di Barbara Corcoran, il nuovo giudice di Shark Tank, trasmissione televisiva della ABC dedicata alle start up, che con orgoglio afferma che “quando era a capo del suo impero immobiliare non vedeva l’ora che arrivasse il venerdì per divertirsi a licenziare i suoi dipendenti più deboli per far posto a risorse migliori e più forti”.

Barbara afferma che per mantenere “forte”ed in salute la sua azienda licenziava un quarto dei sui dipendenti ogni anno.

Se quanto ha dichiarato è vero non ho difficoltà ad assumermi le mie responsabilità affermando che un CEO che licenzia il 25% delle sue risorse umane ogni anno dimostra solamente di commettere il 25% di errore in fase di assunzione.

No cara Barbara licenziare non è figo.

Quando si licenzia un dipendente si perde tutti.

Perde la persona licenziata, perde l’azienda e perdiamo noi come società perché ci indeboliamo.

Soprattutto perdi tu Barbara, che avevi la responsabilità di effettuare la “selezione all’ingresso” e non hai saputo farlo.

Quindi cara Barbara, insisto, licenziare non è figo, ma se proprio fossi a capo della tua della azienda e fossi obbligato a licenziare qualcuno, quella saresti tu!

[ intervista a Barbara Corcoran ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top